Mettile un lucchetto

Lunanuvola's Blog

(“Put a lock on it”, di Reticuled Writer, dal sito omonimo, 3 novembre 2013, trad. e adattamento Maria G. Di Rienzo)

Numerosi lettori mi hanno chiesto di scrivere sull’ultimo insulto alle donne ovunque: la biancheria intima antistupro. E’ un’idea talmente ridicola che ho pensato fosse uno scherzo. Allora ho fatto qualche ricerca su questa cintura di castità del 21° secolo, pur sapendo già quale sarebbe stata la mia opinione nel caso la notizia fosse vera.

mutanda lucchetto

E’ risultata essere una campagna di Indiegogo. I designer stanno ancora tentando di raccogliere denaro per finanziare i prototipi del prodotto. Ciò significa che non potete andare al supermercato locale e comprarne un paio da indossare per il vostro appuntamento “al buio” di venerdì sera. Le mie scuse se vi avevo dato false speranze.

Io ho avuto la stessa reazione di molta gente all’idea che le donne dovrebbero indossare speciale biancheria per prevenire le aggressioni…

View original post 884 altre parole

Annunci

Decreto femminicidio: “Non in mio nome”

#dajedajedaje Donne! 😉

PRIMA DI TUTTO LIBERE 4,5,6 MARZO 2016, PAESTUM

Il dopo Paestum 2013 da cui vorremmo ripartire

Paestum non è stata uguale per tutte. L’indizione originaria, mirata in primo luogo a costruire un dialogo costruttivo tra femminismi diversi, situati in parole e pratiche diverse, ha fatto emergere lo iato che intercorre tra una presa di parola politica più spostata su ciò che accade fuori di noi e una presa di parola tesa a consolidare la pratica di relazione tra donne. Se è vero che il conflitto finale per alcune è stato un “colpo di spugna”, per molte altre è stato un far emergere la contraddizione, probabilmente troppo assopita nelle plenarie, con qualche punta di conflitto più esplicito nei tavoli.

View original post 302 altre parole

Italia: Il diritto alla salute e autodeterminazione delle donne?

Ex UAGDC

Nel 2012 il nostro Paese è stato classificato all’80esimo posto per parità tra uomo e donna nel mondo. Qui per le donne italiane e straniere, le cose vanno molto male: la disoccupazione femminile è in crescita un pò per la crisi, un pò perché le opportunità di lavoro per le donne sono scarse a causa di fattori culturali ben radicati nel nostro paese, la violenza domestica è ormai una piaga che non viene affrontata dal Governo anche se si tratta di violenze che sfociano in femminicidio, quasi sempre annunciati da lunghe persecuzioni e botte che l’attuale legge non riesce a fermare in quanto piena di limiti.

L’immagine femminile nel nostro Paese è legata a fattori culturali: le donne non esistono. L’invisibilità alla quale sono relegate le donne nel nostro Paese è un fattore che favorisce l’omertà dietro ad una vasta fila di discriminazioni e violenze che subiamo…

View original post 1.415 altre parole