Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

La Stanza dei Libri di Arwen

Oggi è la giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Ma questo non sarà l’articolo che ci si può aspettare da una donna, non sono di quelle che si fanno i selfie con la scritta “ora basta”, non sono di quelle che vogliono le quote rosa o che sguazzano in teorie parafemministe.Questo articolo parlerà solo delle donne e della violenza che subiscono da anni, da secoli:
fra le mura di casa alla mercé di padri/mariti padroni;
nelle pubblicità che le mercificano come carne da materasso utile per attrarre l’attenzione sul prodotto in vendita (sia esso uno yogurt o un paio di calze);
nelle leggi che in passato – e ancora oggi in alcuni paesi – le hanno mortificate e umiliate negando diritti e uguaglianza, instillando questi principi nella mentalità comune;
nel mondo del lavoro in cui una donna che fa carriera “chissà a chi l’ha data per arrivare dov’è” e…

View original post 605 altre parole

25 Novembre 2014 – Creare una cultura di rispetto

485567_10152745768085783_8400332725827319592_nQualche giorno fa ho avuto il privilegio di conoscere di persona ed ascoltare @vittoriadoretti, donna, medico rianimatore, appassionata del suo lavoro, che ha inventato, tenacemente implementato a Grosseto ed ora sta diffondendo in tutta Italia il #codicerosa, un protocollo di intervento in emergenza sulle vittime di violenza domestica. Le donne, soprattutto, ma anche i bambini e – sempre più spesso – gli anziani di oltre 65 anni. Tutte persone in stato di “fragilità” oggettiva, emotiva e sociale.

Potrebbe sorprenderci l’escalation di violenza su minori e anziani, non ci sorprende ormai più quella sulle donne, che da due anni i media ci raccontano, con linguaggio quasi mai appropriato, quotidianamente. Eppure dovrebbe sorprenderci, nel 2014, che le donne continuino ad essere “soggetti fragili” e che il World Economic Forum certifichi come la violenza sulle donne supera in intensità quella generata dalle guerre in corso!

La realtà purtroppo è che molto…

View original post 184 altre parole