#maipiùclandestine

il

femministe nove

INIZIA LA CAMPAGNA #MAIPIU’CLANDESTINE

per saperne di più, per firmare la petizione, per aderire:

maipiùclandestine.noblog.org

Ieri, infuso di prezzemolo, ferri da calza, spilloni, cucchiaini, stampelle, pompe da bicicletta, voli dalle scale o dalle finestre, viaggi a Londra.
Oggi, ancora viaggi a Londra, trasferte in altre province o regioni, dosi massicce di Cytotec – un gastroprotettore che provoca contrazioni uterine -, soluzioni saline, finti medici, cliniche private.

In mezzo, una legge, la 194 del 1978, che tutela la libera scelta e la salute di tutte le donne garantendo il diritto all’interruzione volontaria di gravidanza all’interno del sistema sanitario pubblico nazionale. Una legge che ha scontato, sin dalla sua nascita, uno scivolamento: dal diritto all’obiezione di coscienza dei singoli all’impossibilità per le strutture sanitarie di garantire l’accesso all’interruzione volontaria di gravidanza su tutto il territorio nazionale.
Le numerose soluzioni a questo problema proposte negli anni, tra cui l’istituzione di concorsi riservati ai…

View original post 370 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...